Gli Esports - la nuova frontiera dell'intrattenimento

Gli Esports - la nuova frontiera dell'intrattenimento

Siamo nell'autunno del 2016, e come da tradizione è giunto il periodo dell'anno in cui le migliori squadre del mondo si contendono il titolo iridato.

Per la prima volta dopo 5 anni, l'evento torna in Nord America: vengono coinvolte alcune delle più iconiche arene della nazione a stelle e strisce, come il Madison Square Garden di New York e lo Staples Center di Los Angeles, casa dei Lakers e dei Clippers. I palazzetti si riempiono, l’eccitazione generale si diffonde tra il pubblico, e un occhio non attentissimo avrà pensato che ormai manca poco all’inizio delle ostilità. Non si tratta, però, di una partita di pallacanestro, né di hockey. Si sta per giocare la fase finale della sesta edizione dei campionati del mondo di League of Legends, già da diversi anni il videogioco online più giocato sulla faccia della terra. Per seguire la finalissima, sono connessi oltre 28 milioni di appassionati da tutto il mondo. Alla fine saranno i favoriti SKT T1, capitanati dal leggendario midlaner Faker, ad avere la meglio sui compatrioti sudcoreani dei Samsung Galaxy, conquistando il terzo titolo del mondo negli ultimi tre anni. Il team coreano si aggiudica quindi il 40% del montepremi complessivo di 5 milioni di dollari.

Lo Staples Center di Los Angeles durante la serie SKT - SSG

Lo Staples Center di Los Angeles, CA, durante la finale dei mondiali 2016 tra SKT e SSG

 

Piccolo salto nel futuro: siamo nel 2019, è nuovamente il periodo dei mondiali e questa volta ci troviamo in Europa. Non solo, i G2 Esports, team europeo, si giocheranno il titolo di campioni del mondo in casa, a Parigi, contro i cinesi dei FunPlus Phoenix. L’atmosfera, nella AccorHotels Arena, è speranzosa: intanto sono sintonizzate circa 44 milioni di persone da ogni parte del globo, senza tenere conto degli spettatori provenienti dagli streaming cinesi, in passato sempre la porzione più ampia di pubblico.

In palio gloria, 2.5 milioni di dollari e il trofeo, custodito nella sua valigia di Luis Vitton.

L’interesse da parte del pubblico è in forte crescita nonostante i numeri siano già paragonabili a grandi eventi sportivi. Un fattore determinante questa crescita è sicuramente Twitch.tv, una piattaforma di Amazon in cui le partite vengono trasmesse tramite live streaming, permettendo agli spettatori di diventare protagonisti dello show tramite una chat room resa parte integrante dell'evento in diretta. Più o meno come trovarsi in un pub a vedere il derby con gli amici, con la differenza che se un pub può contenere qualche centinaio di persone al massimo, su Twitch questo limite di accessi non esiste e di conseguenza per gli eventi più gettonati gli utenti collegati sono sull'ordine delle decine di migliaia.
Da qui il graduale ingresso nel mercato
esport da parte di brand non endemici come Gucci, Mastercard, Adidas, solo per citarne alcuni, che non si lasciano scappare la possibilità di ingaggiare il target Millenials e Gen Z.

Nella finale di Parigi del 2019, Louis Vuitton è andato oltre ogni tipo di partnership finora esplorato: per celebrare il ritorno dei Mondiali in Francia, ha disegnato e realizzato per il campione Qiyana una skin (contenuto acquistabile, n.d.r.) apposta per la finalissima di Parigi e la custodia dell'ambito trofeo del campionato mondiale, in cui il marchio d'alta moda è messo in risalto.

L'aspetto prestigio griffato LV

Nell’epoca del COVID-19, vedendo tutti gli sport tradizionali sostanzialmente in blocco totale, le competizioni videoludiche offrono la possibilità di raggiungere una porzione di pubblico ancora più ampia. Inoltre, anche se in Italia non si può negare che la scena esport sia ancora in fase di espansione, l’avvento di nuove competizioni come il PG Nationals, la eSerieA TIM e il broadcast sui media convenzionali (vedi Sky) permetteranno sempre di più anche a chi non è un videogiocatore di conoscere questo mondo: la competizione deve ancora entrare nel vivo, ma le gare d’anticipo stanno registrando una viewership davvero interessante per gli standard italiani.

Ti interessa capire come investire nell'esport o come legare la tua campagna di comunicazione a questo mondo? Contattaci! :-)